Scegli il corso giusto per fare e-commerce

Sebbene la crisi abbia toccato un po’ tutti i settori, l’e-commerce è rimasto immune alle altalene del mercato, mantenendo forte e costante la sua crescita, fino a diventare, oggi, uno dei maggiori tiranti della nostra economia.

Solo nel 2014, il fatturato medio delle aziende italiane operative su internet, è cresciuto dell’8% arrivando a sfiorare i 24 miliardi di euro. Sicuramente c’è ancora molto da fare e la crescita prevista è in continua evoluzione, soprattutto se confrontiamo i dati del mercato italiano con quelli del resto del mondo.

Con queste premesse, è facile intuire i motivi che spingono molti imprenditori, commercianti, professionisti, ma anche artisti e operatori culturali a orientare la propria attività alla rete.

Numerosissimi i vantaggi del commercio elettronico rispetto a un mercato tradizionale. Anzitutto la visibilità: una buona “vetrina” virtuale, realizzata con un’ottima grafica e impostazioni multilingua, può raggiungere qualsiasi utente nel mondo.

Per non parlare dell’abbattimento dei costi: i prodotti giungono direttamente dalle fabbriche (sono sempre meno le giacenze), a tutto vantaggio delle spese di gestione.

Fin qui sembra tutto molto semplice e vantaggioso, in realtà le cose non sono così facili. Esistono infatti precise norme fiscali cui attenersi, imposizioni IVA, trattati internazionali, gestione della comunicazione e delle strategie di vendita.

Qualunque sia il campo di interesse, dal gioco elettronico, alla moda, al turismo, all’editoria o quant’altro, il miglior consiglio è quello di procedere con competenza e cognizione di causa.
Per ottenerle è sufficiente iscriversi e seguire con attenzione al corso di e-commerce Milano, in grado di offrire un’ottima preparazione in logistica, analisi predittiva, marketplace, internazionalizzazione, ecc.

Tra i migliori, segnaliamo il master part-time promosso dal Sole24ore oppure i corsi o i seminari (a volte gratuiti), gestiti o patrocinati da quasi tutte le camere di commercio.

E’ importante tener presente che la formazione non può limitarsi a un solo corso, ma è necessario un costante aggiornamento perché le regole, sia fiscali che di vendita, variano di anno in anno insieme ai gusti degli utenti e all’implementazione tecnologica.

Spedire un pacco è semplice ora puoi farlo con un clic

Oggi spedire pacchi è diventata un’operazione davvero molto semplice. Infatti, online potete trovare numerosi corrieri in grado di svolgere un servizio veloce e sicuro e, cosa ancora più importante, in totale relax: senza più dovervi recare all’ufficio postale per fare file chilometriche.

Dopo avere impacchettato con cura il vostro oggetto da spedire, prendete le misure (larghezza, lunghezza e peso) necessarie per la prenotazione.
Scegliere un corriere è molto facile: basta effettuare una ricerca online e valutare tra le offerte quella più adatta a soddisfare le vostre esigenze. Fate attenzione al peso massimo consentito per la spedizione, che può variare in base al corriere.
Dopo aver scelto il servizio che preferite, iniziate con la creazione di un account, che oltre a servirvi per effettuare la prenotazione, vi faciliterà anche le operazioni future. Procedete seguendo le indicazioni fornite dal sito e inserite tutte le informazioni richieste: l’indirizzo del luogo di ritiro e quello di destinazione, nome e cognome del mittente e del destinatario, le caratteristiche del pacco, eccetera.

Una volta terminata la prenotazione dovete stampare le etichette (lettere di vettura) e disporle in modo visibile ai lati del pacco, mentre un’altra copia è destinata al corriere che deve firmare ed, eventualmente, trattenere con sé. Di norma, l’incaricato al ritiro passa per il giorno lavorativo successivo alla prenotazione, presso l’indirizzo da voi fornito (casa, ufficio o altro luogo) e poi si reca dal destinatario.
I tempi di spedizione in genere sono celeri e promettono consegne entro le 24 o 48 ore.
I prezzi sono più vantaggiosi rispetto a quelli proposti da poste italiane e i metodi di pagamento diffusi sono con carta di credito o carta prepagata.
Le uniche raccomandazioni sono quelle di dichiarare le misure giuste, perché una differenza tra quanto fornito in fase di prenotazione e quanto riscontrato dal corriere durante il ritiro potrebbe avere come conseguenza il rifiuto del pacco. Inoltre, dovete verificare che non siano presenti altre sigle o scritte, oltre alle lettere di vettura, sui lati del pacco, infatti, anche questo potrebbe essere un motivo di rifiuto.

baby

Scegli il set pappa che fa per te

Dopo una giornata impegnativa, tutta la famiglia si mette a tavola per condividere insieme il momento della pappa: per soddisfare anche i palati più esigenti, quelli dei bambini, ci sono tanti set per la pappa allegri e colorati, facili da usare e anche da pulire. Anche cenare tutti insieme può diventare un momento divertente, non solo grazie al buon cibo, ma anche nel modo di apparecchiare. Sia che il bambino mangi nel seggiolone, sia che stia seduto sulla sedia, una tovaglietta plastificata aiuterà a evitare le macchie; con forme e colori divertenti, ne esistono alcune versioni in melamina, lavabili in lavastoviglie.
Su piatti e bicchieri ci si può sbizzarrire. Siccome sono a contatto diretto con il cibo, è importante che siano fatti di materiali resistenti al calore e che non rilascino le sostanze colorate.
Nel periodo dello svezzamento i simpatici coordinati bicchiere-piattino a misura di bambino, sono l’ideale per affrontare questa fase così delicata, in cui spesso risulta difficile far mangiare il bebè. Un set pappa dai colori sgargianti e dalle figure curiose sicuramente aiuterà a vivere il momento della pappa come un’estensione del gioco. Prendere il mano il bicchiere può risultare difficile per un bimbo alle prime armi: lo speciale materiale gommoso crea un attrito che aiuta a non perdere la presa, evitando macchie bagnate. Anche questi oggetti possono essere lavati in lavastoviglie ed entrano in microonde; sono realizzati in materiali sicuri al 100% come plastica ecologica, melamina o porcellana.
I bavaglini plastificati sono un oggetto amatissimo dalle mamme, perchè proteggono i vestiti da sporco e umido; molti bambini, però, rifiutano di indossarli. La soluzione? Un comodo bavaglino dalla forma e dai colori particolari, che strapperanno un sorriso anche al bambino più vispo. Possono essere lavati in lavastoviglie o semplicemente con acqua calda e sapone; sono realizzati in materiali sicuri, come plastica anallergica.
Un occhio anche al verde: per rispettare l’ambiente, tutti i set pappa sono realizzati senza BPA.

 

tessuti

La tappezzeria online le ultime tendenze per rendere la tua casa alla moda

L’arte della tappezzeria a Roma ha radici profonde che addirittura risalgono al VI d.c., e che ha vissuto nei secoli un crescendo inarrestabile, consacrandola di fatto, più che a un lavoro artigianale, a vera opera d’arte con cui abbellire la propria casa. Nella città di Bologna, esiste il Museo Storico della Tappezzeria “Vittorio Zironi”, che propone un patrimonio artistico di rara importanza. A descrivere con questi toni l’arte di tappezzare si tende forse a dare un tono troppo “importante” e magari dal gusto retrò. Non è così, è in assoluto un modo decisamente contemporaneo e trendy di “vestire” casa.

Affidarsi a un tappezziere restauratore ha l’innegabile vantaggio di riuscire a trasformare la propria abitazione, senza dover coinvolgere troppe persone, basterà, infatti, un unico artigiano che con la sua esperienza sarà in grado di modificare o stravolgere radicalmente, sia lo stile sia i colori della vostra dimora, colori che in fondo sono il vero filo conduttore di ogni arredo.

Immaginate il vostro bellissimo divano, vissuto da tantissime serate passate in dolce compagnia davanti alla tv, bello si, ma con quell’aria di chi ne ha giustamente viste tante, e sente la necessità di un restyling capace di restituirgli nuova energia. Ed è qui che entra in scena il nostro caro artigiano che giocando d’esperienza, riuscirà a rendere l’amato divano nuovo, diverso e pronto per accompagnarvi ancora per lungo tempo. Si può tappezzare qualunque cosa che vi venga in mente, non c’è limite alla fantasia, e nemmeno allo stile, forse solo al buon gusto. Mobili, pareti, porte divisorie, boiserie, nulla è escluso e tutto si può vestire e rendere più attuale o comunque differente dalla versione originale. Se state pensando che tutto questo ha dei costi elevati, la risposta è no. Un no così secco può apparire pretenzioso, ma c’è una spiegazione a tanta veemenza, ed è quella che rinnovare costa sempre meno che acquistare qualcosa di nuovo e che sia ovviamente di valore. Viviamo tempi economicamente nebulosi, ma anche quelli giusti per rispolverare arti magari un po’ dimenticate o non sempre prese in giusta considerazione. Nella vostra città, nel vostro paese c’è sicuramente un tappezziere, un restauratore, che sta aspettando di far rifiorire un mobile, magari proprio il vostro.

Ibiza che passione

Ibiza è ancora una delle destinazioni preferite da chi vuole trascorrere una vacanza in cui non mancano divertimento, relax e cultura.

Quest’isola infatti è un perfetto connubio di spiagge isolate, riviere affollatissime e locali notturni dove i giovani possono divertirsi, ma offre anche tante occasioni per stare a contatto con la natura e fare una vacanza all’insegna della cultura.
Ecco perché, chi non è ancora partito per le vacanze, può approfittare delle offerte last minute per Ibiza e prenotare un viaggio per visitare questa meravigliosa isola.
Come detto, Ibizia è conosciuta soprattutto dai giovani visto il crescente numero di attrazioni turistiche e locali in cui trascorrere serate all’insegna della trasgressione e del divertimento. La musica infatti è il cuore pulsante dell’isola; si balla di giorno in spiaggia a ritmo di musica dance fino alla sera dove la festa continua nelle numerose discoteche sparse su tutto il territorio.

Il divertimento per i visitatori però non si limita solo a questo. Sono molte infatti le strutture che consentono di praticare sport acquatici come immersioni, sci d’acqua e windsurf e che durante la giornata mettono a disposizione un servizio di animazione sia per gli adulti che per i più piccoli.
Inutile dire che le spiagge sono tutte molto caratteristiche e accontentano i gusti di ogni visitatore. Oltre alle numerose spiagge prese d’assalto dai turisti e dai vip, come la riviera di Cala Llenya e la Playa de las Salinas, ci sono anche piccole calette e rive isolate dove trascorrere qualche giornata in totale riservatezza e rilassamento.
Naturalmente anche la parte storica della città merita una visita. Il centro storico, chiamato Dalt Vila è molto particolare in quanto circondato da imponenti mura che delimitano la città alta. I turisti possono passeggiare tra i vicoli del centro in cerca di locali tipici e botteghe artigianali ammirando anche la magnifica Catedral de nuestra Señora de las Nieves, un edificio in stile gotico che domina dall’alto tutto il territorio.
Nella parte storica si possono visitare anche numerosi monumenti e il Museo Archeologico, oppure spostarsi nel caratteristico quartiere antico della Marina, in passato dimora dei pescatori.

puof

Arreda il tuo negozio con stile

Allestire uno store è una sfida importante, perché determina l’impronta che deciderete di dare ai vostri acquirenti, un modo per comunicare chiaramente chi siete.
I clienti amano la luce, la comodità e vogliono sentirsi “a casa” cioè in un luogo, dove è bello sostare a lungo, e avere il tempo necessario per scegliere i prodotti in vendita, senza affanni.
Prendiamo ad esempio un negozio di abbigliamento donna, ampio ma non troppo, capace di accogliere e contenere, senza soffocare e stringere.
Gli spazi s’ingrandiscono con gli specchi, sapientemente posizionati per dare profondità, ma soprattutto per rimandare quasi all’infinito la merce esposta, così da dare sempre l’impressione di un punto vendita maggiormente fornito. I colori alle pareti giocano un ruolo fondamentale e sono l’elemento sul quale basare l’arredo, che sarà evidente ma non primeggiante, perché il ruolo importante deve sempre averlo la merce che non deve essere messa in secondo piano da mobili pesanti o eccessivamente “presenti”. Anche i manichini che vestiranno sia all’interno dello store (quando possibile), sia in vetrina, l’abbigliamento proposto in vendita, dovranno essere minimal chic, per non impattare troppo, con il solo compito di sostenere elegantemente l’abito dandogli la giusta visibilità. All’inizio abbiamo accennato alla luce. La luminosità è fondamentale per evidenziare i prodotti in vendita e per stimolare l’energia dei clienti, che in ambiti scuri tendono quasi a deprimersi ma soprattutto a non percepire bene i colori e le sfumature dei tessuti ad esempio. Spot o “occhi di bue” mirati sul capo della settimana o sul corner di prodotti nuovi, magari arricchito da ripiani angolari, sono sempre una scelta vincente, perché evidenziano senza abbagliare troppo.
Le donne fanno shopping spesso in compagnia di amiche o a volte si fanno accompagnare, per avere un giudizio, dal marito o fidanzato. Per tutti questi “ospiti” è bene mettere in preventivo l’acquisto di qualche comoda poltroncina o di un pouf per negozi, o divano se c’è spazio a sufficienza, o in alternativa anche dei pouf che servono allo scopo e arredano con eleganza.
Un negozio alla moda, che sia di tendenza ma allo stesso tempo raffinato ed elegante, sarà sicuramente un investimento che darà riscontri positivi in termini di vendita e di gradimento della clientela.
Un cliente soddisfatto si fidelizza anche attraverso il luogo in cui lo si accoglie che se piacevole, darà sempre uno spunto per tornare a fare visita e perché no, anche a comprare.

L’Albania tra fascino e archeologia

L’Albania è la nuova meta più apprezzata dal turismo italiano, sia per la sua vicinanza territoriale sia per la sua grande ricchezza in campo enogastronomico ed archeologico. Sarà sufficiente prenotare una delle tante proposte che le compagnie di traghetti per l’Albania mettono a disposizione. Principalmente per raggiungere via mare l’Albania si parte dai porti di Trieste, Ancona, Bari e Brindisi con arrivo ai porti di Valona o Durazzo. La compagnia che offre più collegamenti è l’Adria Ferries, seguita dalla Ventouris Ferries. Il servizio offerto dall’Adria per Durazzo prevede tre viaggi a settimana da Ancona (Martedì, Giovedì e Sabato), dodici settimanali da Bari ed uno da Trieste, ovviamente il più lungo con ben 27 ore di navigazione. La Ventouris Ferries organizza invece quindici viaggi settimanali da Bari. Se si vuole organizzare una vacanza in territorio albanese all’insegna della storia e dell’archeologia, sono tre i siti archeologici più importanti: Durazzo, Apollonia e Fenice. La prima fu una colonia greca che cadde in mani illiriche e poi ancora romane: con l’influenza latina la città divenne un centro commerciale molto importante tanto da diventare la capitale dell’Epirus Nova. La sua importanza è ancora oggi testimoniata dai resti di un anfiteatro romano. Dall’età medioevale subì invece molte incursioni e cadde in mani bizantine, ottomane, turche, veneziane, ecc… conservando quindi numerose testimonianze delle varie culture. Apollonia fu invece un importante luogo di incontro tra diverse popolazioni: Greci, Illiri e Romani si insediarono qui favorendo il suo grande sviluppo attraverso l’agricoltura ed il commercio degli schiavi. Di particolare importanza archeologica troviamo qui ad Apollonia una chiesa dedicata a Santa Maria madre di Gesù ed un monastero utilizzato a partire dal 1200 da una piccola comunità cristiana. L’ultimo sito archeologico, Fenice, si trova nell’Albania meridionale e vede sulla collina l’antica acropoli, già nota a fine ‘800 quando alcuni perlustratori italiani rimasero stupefatti dalla maestosità della cinta muraria ancora oggi perfettamente conservata per ampie porzioni. In quest’acropoli sono ben visibili due grosse cisterne romane, un tempio ellenico, un teatro ed una basilica cristiana. Alla base di essa sono invece presenti numerose tombe greche e romane.

Scegli l’appartamento giusto ad Ibiza

Ibiza fa parte dell’arcipelago delle Baleari ed è una delle isole più frequentate del Mediterraneo. Le soluzioni offerte per vivere una vacanza all’insegna del relax e del divertimento sono moltissime, in quanto Ibiza concilia entrambi gli spiriti; ma per essere sicuri di alloggiare vicino al mare, meglio affittare un appartamento o una villa: ce n’è per tutti i gusti e le tasche.

Ibiza città è un luogo romantico eppure trasgressivo, adatto alle coppie che vogliano passare dai tête-à-tête al ristorante, al divertimento sfrenato delle discoteche; questa è anche la zona del centro storico, in cui si possono trovare gli appartamenti più attrezzati e le ville più lussuose: con piscina ed elettrodomestici di ultima generazione. Dopo alcuni minuti di macchina in direzione sud, si arriva a Playa d’en Bossa, la più amata dai giovani perché animata dalle feste dei numerosi bar del litorale; è inoltre ben collegata alla terraferma e alle altre isole, in quanto è facilmente raggiungibile dall’aeroporto e dal porto turistico, per tanto è consigliabile pernottare in appartamenti a Playa d’En Bossa. Alle spalle del molo, si trova invece Talamanca: la spiaggia più lunga di Ibiza è quella maggiormente frequentata dagli appassionati di sport acquatici.
Ma le calette più suggestive rimangono nella parte ovest, nei pressi della seconda città più importante, Sant Antoni; qui ci si può tuffare nel pieno del relax grazie ad acque più pulite e natura selvaggia. Le sistemazioni costano meno che a Ibiza città ma posseggono caratteristiche ugualmente superlative: si tratta di dimore di svariati metri quadri, munite di piscina o ampia terrazza panoramica, spesso poste in posizione strategica a pochi passi dal mare. Nei pressi di Sant Josep de sa Talaia si trova Cala Bassa, la più amata dalle famiglie grazie al suo fondale basso e cristallino, adatto anche ai bambini; l’area offre alloggi privati muniti di più posti letto, disposti tra i ristoranti della costa e una fitta e rinfrescante pineta. Una volta superata Santa Eulària des Riu, si torna a nord-est, dove si apre un’insenatura scoscesa, punto di riferimento per gli amanti della pace e del silenzio: è Cala Llonga, a ridosso del golf club cittadino.

Le ultime tendenze nel campo della telefonia

Meizu, la popolare azienda cinese produttrice di smartphone e tablet, rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il mondo della tecnologia. Stavolta il portabandiera della gamma di smartphone è il nuovissimo MX5, un concentrato di potenza sia in termini hardware che software. Ma quali le caratteristiche e quali i motivi per cui eleggere l’MX5 uno dei più interessanti e potenti smartphone disponibili sul mercato? Scopriamoli insieme…
Il Meizu MX5 si fa fregio di un’architettura hardware dagli alti valori produttivi già a partire dal modulo di connettività 4G LTE e dall’architettura MediaTek MT6795, che monta una CPU ARM Cortex-A53 Octa-Core a 64bit. Ma non solo: la RAM di ben 3GB è una delle più grandi che è possibile trovare in uno smartphone di questo tipo e, allo stesso modo, i diversi modelli con memoria da 16GB, 32GB e 64GB offrono uno spazio di archiviazione davvero molto ampio. Tutto ciò rende il Meizu MX5 un terminale talmente prodigioso da permettere anche agli utenti più esigenti di utilizzare un numero praticamente sterminato di app, fra cui ovviamente anche i giochi, mai come in questo caso fluidi e godibili. E per gli appassionati di selfie e scatti fotografici c’è anche una dettagliatissima fotocamera, ma non una delle più comuni. L’obiettivo posteriore del Meizu MX5 è infatti di ben 20.7 megapixel ed assicura una qualità degli scatti equiparabile a quella di vere e proprie macchine fotografiche; sotto questo e molti altri aspetti, avrete di che meravigliarvi anche con la fotocamera anteriore di 5 megapixel, l’ideale per autoscatti sempre di alta qualità. Come se non bastasse, la parte software è gestita da un avanzato Flyme 4.5, sistema operativo su base Android Lollipop 5.0.1 dalle mille funzionalità. Non siete ancora soddisfatti? Allora lasciatevi sedurre da un display AMOLED di 5,5 pollici con risoluzione Full HD 1920×1080 pixel… Non crederete ai vostri occhi.
Tutta la potenza hardware e software del rivoluzionario Meizu MX5 è racchiusa in una scocca dai lineamenti discreti e dai colori grigio e grigio/bianco di gran classe. Sotto l’aspetto puramente tecnico, il dispositivo è insomma uno dei migliori per costruzione, solidità e livello prestazionale. D’altronde da un produttore cinese dei livelli di Meizu non potevamo aspettarci altro, soprattutto perché ad un prezzo medio di 379 euro per la versione 16GB e 438 euro per quella da 32GB è veramente difficile trovare di meglio.

 

Vacanza a Calvi un mare da favola

Calvi è un’affascinante città della Corsica immersa nel fiabesco paesaggio della Balagne, regione della zona nord-occidentale dell’isola particolarmente nota per la fertilità e la bellezza della sua natura.

Questa zona, chiamata da autoctoni e turisti “Giardino della Corsica” per il suo splendore, richiama sempre più visitatori incuriositi dalla varietà paesaggistica della Balagne, che passa dai piccoli borghi fra i campi e le colline alle celebri spiagge.
Per raggiungere comodamente questa meravigliosa località partendo con traghetti da Savona a Calvi, è possibile usufruire della tratta di collegamento che viene coperta solamente dai traghetti della Corsica Sardinia Ferries. Il traghetto parte una volta a settimana e la traversata ha una durata di circa sei ore e un quarto, che si possono piacevolmente trascorrere osservando la bellezza del tratto di mare che separa Savona dalla Corsica oppure intrattenendosi a bordo. La qualità della ristorazione, la cortesia e la competenza del personale e l’avanguardia dei traghetti renderanno la traversata una parentesi piacevole prima di sbarcare nella colorata Corsica.
La durata della navigazione può subire delle modifiche in base alla stagione interessata, per cui prima di partire è buona cosa controllare sul sito le indicazioni aggiornate.
Una volta giunti a Calvi, che si trova in una baia schermata dalle catene montuose, si può immediatamente scorgere da lontano il porto e la sua torre.
Il maggiore monumento di Calvi è la sua piccola cittadella medievale, edificata intorno al XVI secolo. Purtroppo non è possibile entrare nel maniero cittadino, ma lo si può fotografare oppure si può scegliere di perdersi nel dedalo delle vie che si intrecciano nel centro storico del paesino.
Un altro monumento da non perdere è la Cattedrale di St. Jean Baptiste che contiene dei reperti di valore storico-artistico incommensurabile.
Gli appassionati di natura potranno visitare le belle piscine naturali della Vallée du Fango o i percorsi del “Cirque de Bonifato”, mentre gli amanti del mare troveranno un luogo ideale dove fermarsi sulla spiaggia di Calvi, con la sua costa rocciosa e i suoi angoli sabbiosi, incastonata nel panorama della baia. Nella Balagne vi sono circa ventidue spiagge tutte da scoprire e da godere nella loro bellezza incontaminata.