analytics

Conosci Google Analytics

Il tools di Google Analytics permette, ad una persona, di poter ottenere diversi vantaggi: vediamo ora in cosa consiste, che dati si ottengono e perché affidarsi alle web agency per fare delle analisi del proprio sito web.
Analytics, un nome, una garanziaGrazie a questo particolare servizio, offerto da Google, una persona potrà ottenere solo ed esclusivamente dei vantaggi: il poter analizzare il proprio sito, ed ottenere dei miglioramenti, risulta essere essenziale al giorno d’oggi.
Quando si parla di miglioramenti si parla di semplici modifiche che permetteranno, al sito web, di poter facilmente rimanere bene impresso nella mente degli altri utenti che navigano sul web.
Ad esempio, modificare una pagina del sito, che magari attira poco ed in maniera non convincente la clientela, risulta essere un’operazione che risulterà essere piacevole da portare al termine, cosa che comporta l’investimento di una piccola parte del proprio tempo.
Questo è solo un dato che viene analizzato da questo sito web, il quale potrà essere sfruttato nel migliore dei modi se si conoscono tutti i dati che vengono analizzati da tale programma.
I dati analizzati da Google Analytics
Che cosa permette di ottenere questo tool di Google?
Semplicemente offre la possibilità, ad una persona, di poter facilmente, ed immediatamente, analizzare l’andamento del suo sito.
Ad esempio, si potranno conoscere chi sono i visitatori abituali e quali invece quelli che non prendono in considerazione il sito.
Tale dato potrà essere analizzato grazie alle visite, ma questo non è il solo: se si possiede un e-commerce, sarà possibile analizzare il dato di conversione, ovvero quello che consiste nello scoprire quanti sono i semplici visitatori che diventano anche acquirenti.
Si tratta dunque di una semplice strumentazione che garantisce, ad una persona, di avere una panoramica completa del proprio sito web.
Ecco dunque perché Analytics è estremamente importante da utilizzare visto che, oltre a questi dati, sono presenti tantissimi altri utili per poter scoprire tutto quello che riguarda i visitatori del proprio sito web.Ma perché affidarsi ad una persona esperta che lavora in una web agency?
La risposta risulta essere semplice: grazie a tale figura, il sito potrà adottare tutte le modifiche ideali per poter facilmente riuscire ad essere maggiormente attraente.
L’addetto, sfruttando i dati, sarà in grado di modificare tutti i parametri ed evitare che, quel sito web, possa non essere assolutamente attraente.
fotografia

La fotografia una vera passione

Quello della fotografia è certamente uno degli hobby più diffusi e amati. Chi possiede talento, buone conoscenze di base e l’attrezzatura necessaria, ha la possibilità di trasformare la propria passione in una redditizia attività lavorativa.
Dopo aver acquisito le tecniche basilari e aver preso confidenza con la macchina fotografica e con le strumentazioni, è necessario studiare il funzionamento dei software di foto-ritocco: essendo ormai le foto scattate esclusivamente in digitale, risulta imprescindibile saperne migliorare la qualità attraverso l’editing, facendo attenzione a mantenere gli scatti il più realistici possibili. Tali aspetti possono essere approfonditi frequentando dei corsi di fotografia e dei workshop.
A seconda dei propri gusti e del proprio talento è preferibile specializzarsi in un determinato settore, come ad esempio lo sport, i matrimoni, i concerti, i paesaggi o i ritratti. Nel periodo iniziale ci si può muovere facendo tirocinio presso un professionista affermato, così da carpire i trucchi del mestiere e imparare a gestire l’attività a livello professionale. Soprattutto durante i primi tempi è bene cercare di acquisire la maggiore esperienza possibile, cimentandosi in diversi ambiti, in modo tale da padroneggiare ogni tipologia di scatto.Per farsi conoscere al pubblico ci si può muovere attraverso internet. Oltre alla creazione di un accattivante sito web in cui si mostra parte della propria produzione, includendo scatti di vario genere, si consiglia di sfruttare i social network, i quali consentono di entrare in contatto con numerose persone in modo gratuito e rapido. Da non sottovalutare l’importanza del posizionamento del sito all’interno dei motori di ricerca (SEO), fattore che permette di ottenere un elevato numero di visite.

Una volta entrati nel mondo del lavoro e aver regolarizzato la propria posizione a livello fiscale, è fondamentale gestire i rapporti con il pubblico: per assecondare le esigenze della clientela è bene delineare dei precisi obiettivi circa il servizio fotografico da svolgere, redigendo un contratto in cui si stabiliscono tutte le condizioni, dal tipo di scatti da compiere alla tariffa richiesta. Accontentare le richieste del cliente, cercando di comprenderne i desideri, rappresenta uno degli aspetti essenziali del lavoro del fotografo: un cliente soddisfatto, infatti, costituisce uno dei migliori veicoli pubblicitari in assoluto.

ritardo-volo (2)

Cosa fare in caso di bagaglio smarrito?

Un anno fa ho vissuto dei momenti davvero spiacevoli perché, appena atterrata a Milano, non riuscivo a trovare il mio bagaglio imbarcato in aereo. La compagnia con la quale volavo aveva smarrito la mia valigia.

Il nastro girava, io lo seguivo con lo sguardo ma niente, nessuna traccia, il mio bagaglio era smarrito.
Tornavo da Parigi, dove ero andata per incontrare un’amica d’infanzia. Il bagaglio era molto pesante pertanto sono stata obbligata a imbarcarlo in stiva. Non l’avessi mai fatto.
Non appena mi sono resa conto dello smarrimento, mi precipito all’ufficio Lost and Found, che si occupa della ricerca e della riconsegna dei bagagli smarriti. Nervosa e confusa riferisco all’impiegato di aver smarrito il bagaglio. Lì mi fanno compilare un modulo PIR (Property Irregularity Report) in cui indico in dettaglio le caratteristiche del bagaglio ovvero la marca, il colore, le dimensioni e il contenuto all’interno della valigia. Il personale dell’ufficio mi rassicura del fatto che nella maggior parte dei casi il bagaglio verrà ritrovato nel giro di 24 ore. Mi dicono di ritornare il giorno dopo per verificare se il bagaglio è arrivato. Io rimango comunque agitata e in preda alla disperazione. Il mio bagaglio, oltre ai vestiti, scarpe, trucchi, lingerie, conteneva anche dei graziosi regali da portare al mio fratellino, ai miei genitori e a due amiche.

Ritorno a casa triste e sconsolata, e resto in attesa dell’indomani. Trascorro una notte insonne.
Mi alzo presto e ritorno a Fiumicino all’ufficio Lost and Found ma purtroppo mi danno una bruttissima notizia: del bagaglio nessuna traccia.
Infuriata vado via e medito sul da farsi. Decido di affidarmi a un’agenzia che tutela i diritti dei viaggiatori. Per fortuna è stata una decisione saggia. L’agenzia mi ha seguito per tutto l’iter burocratico per ottenere il rimborso del bagaglio.
Innanzitutto ho dovuto attendere ventuno giorni dalla data di smarrimento del bagaglio, prima di poter fare la richiesta di rimborso. Ho inviato alla compagnia aerea una raccomandata a/r indicando lo smarrimento e fornendo le prove: gli effetti personali contenuti nel bagaglio, la copia del Pir, del biglietto aereo e lo scontrino della valigia smarrita.
Dopo circa tre mesi mi è arrivato un bonifico di 300 euro. Ero felicissima, non mi sembrava vero. Tutto ciò grazie all’agenzia che mi ha seguito passo dopo passo.

bambini

Il processo di apprendimento

Il processo di apprendimento è stato una fonte di esperienza e studio per secoli. Gli studiosi hanno continuamente cercato di descrivere sia i comportamenti che gli apprendimenti attraverso una vasta gamma di interazioni e contesti e più precisamente uno studio progressivo. Più recentemente, sono stati condotti numerosi esperimenti reali sui comportamenti dei bambini, ma data la vastità della ricerca di apprendimento che è stata intrapresa non possiamo dire con precisione come funziona il processo di apprendimento, mentre è più facile comprendere come avvengono gli apprendimenti delle aggressività, dei comportamenti volenti, delle condotte negative, che scaturiscono il bullismo.

Numerose teorie sono state elaborate in merito, molti descrivendo nei minimi dettagli sia l’aggressività sia i modi con  l’apprendimento può essere deleterio. Altri hanno scelto di adottare una relativamente ampia interpretazione dei comportamenti aggressivi e si sono limitati ai soli comportamenti aggressivi senza valutare gli apprendimenti. Una descrizione piuttosto generale delle tipologie di attività che promuovano in modo più efficace l’apprendimento dei comportamenti positivi in contesti scolastici positivi. Alcune teorie hanno evidenziato come destinatario passivo nel processo di bullismo solo la vittima. Altri hanno sostenuto che i bambini devono essere coinvolti attivamente, sia mentalmente che fisicamente, se sono veramente beneficiare di una determinata esperienza e quindi ritengono i bulli parte del processo di integrazione dei bambini a scuola, anche quelli più difficili. Alcuni autori hanno definito il ruolo dell’insegnante come principale responsabile di quello che accade a scuola e ai danni dei bambini, quasi come se i bambini non sono stati coinvolti direttamente, ma come unico responsabile esso. Altri ritengono il ruolo dell’insegnante in primo luogo come una guida o conduttore, o coordinatore del gruppo classe, uno che organizza in modo efficace la giornata e lo svolgimento delle lezioni,  poi espone i coinvolge i bambini. Quest’ultima posizione che tende a dare maggiori responsabilità dell’insegnante è però molto pericolosa.

cuscino-allattamento-lola

I cuscini per l’allattamento per aiutare la tua postura

La gravidanza è un momento molto delicato per tutte le donne: il corpo cambia, si modifica e richiede nuove cure e attenzioni per sé ma, soprattutto, per la vita che sta nascendo.

Le stesse attenzioni devono essere garantite anche nell’immediatezza del dopo parto e durante l’allattamento al seno, in modo tale da migliorare la postura della mamma e favorire la suzione del bambino.

Il cuscino per riposare in gravidanza è un supporto particolarmente utile perché aiuta a mantenere una posizione comoda per dormire nonostante la pancia che cresce: tutte le mamme in attesa sanno che, soprattutto durante gli ultimi mesi, non sempre è facile trovare la posizione corretta per conciliare il sonno e la gravidanza è il momento in cui il corpo della donna richiede un numero maggiore di ore per rilassarsi.

Questi cuscini sono studiati proprio per adattarsi alle nuove forme offrendo un supporto morbido ed ergonomico in cui trovare la giusta posizione: ce ne sono di svariati modelli e il loro prezzo medio è di circa 60 euro.

alcuni dei modelli impiegati durante la gravidanza possono essere impiegati per l’allattamento, per aiutare la mamma a tenere una posizione comoda per se stessa ma anche per il bambino: quello dell’allattamento è un rituale intimo che deve svolgersi in maniera quanto più naturale possibile. Purtroppo, non sempre è facile assecondare il corpo, soprattutto quando si deve fare in modo che il bambino abbia una suzione corretta al seno. I cuscini, quindi, forniscono il giusto supporto e devono essere usati anche e soprattutto la notte, quando si deve allattare sul letto dove i punti di appoggio non sono adatti.

Chi volesse procedere all’acquisto di questi dispositivi può andare in un qualsiasi negozio di puericultura e scegliere il modello che preferisce, oppure può acquistare su internet e risparmiare. Acquistare cuscini per l’allattamento online, infatti, è comodo ma anche economico, perché gli stessi modelli dei negozi si possono trovare a prezzi inferiori anche del 30%, per non dire del 50% in molti casi, con la comodità di ricevere il pacco a casa in pochi giorni senza stress.
Internet è una miniera d’oro per questo genere di acquisti e sarebbe un peccato non approfittare dei prezzi inferiori che si possono ottenere acquistando online.

Mobile phone

Ultime novità della telefonia ultra tecnologica

Alla ricerca di uno smartphone dalla prestazioni eccezionali ma dal prezzo contenuto, ho passato in rassegna le schede tecniche di innumerevoli dispositivi, sia fra quelli proposti dai marchi più noti, sia fra gli smartphone di aziende minori.

I telefoni caratterizzati dal miglior rapporto qualità-prezzo sono sicuramente quelli delle case cinesi, e la mia scelta è infine ricaduta proprio su uno di questi, per la precisione sullo Xiaomi Mi4, che si è infine rivelato addirittura al di sopra delle aspettative.
Devo ammettere che inizialmente ero un po’ restio a prendere in considerazione gli smartphone cinesi: se ne sente spesso parlare come di prodotti di ripiego o peggio, come delle brutte copie dei dispositivi più popolari.

In realtà tale accusa altro non è che una grossolana generalizzazione, e ad alimentarla sono più i luoghi comuni che non le reali esperienze: vero, dalla Cina arrivano anche cloni e smartphone del tutto inaffidabili, ma ciò non ha nulla a che vedere, ovviamente, coi terminali proposti dalle aziende più note, come appunto Xiaomi, Meizu, o Huawei, Umi zero tanto che proprio quest’ultima produce Top Gamma unanimemente considerati tra gli smartphone più efficienti in assoluto (benché non esattamente ‘low-cost’).
Lo smartphone Xiaomi Mi4, che io ho acquistato online, presenta un hardware di tutto rispetto: il processore è probabilmente il migliore presente sul mercato, lo Snapdragon 801 (quad-core da 2,5Ghz) che abbinato a 3GB di memoria RAM garantisce un’ottima fluidità anche eseguendo le applicazioni più pesanti.
Il display FullHD, con diagonale da 5”, è davvero eccezionale sia per quanto riguarda la riproduzione dei colori che l’angolo di visione, rendendo questo dispositivo particolarmente adatto alla fruizione di contenuti multimediali.
Posso ritenermi soddisfatto anche della fotocamera, che ha un sensore da 13MP ed è in grado di registrare video in formato 4K, e la batteria da 3080Mah consente di arrivare fino a sera senza grossi problemi.
Nel complesso lo Xiaomi Mi4 si presenta compatto e dal design piacevole, ma il suo aspetto più interessante è sicuramente il prezzo al quale è proposto: modelli di marche più gettonate che presentano le stesse caratteristiche (o addirittura componenti hardware identici) vengono infatti venduti a cifre ben più alte, senza offrire realmente nulla di più.

Scegli online il pigiama giusto per te

La stagione invernale è ormai alle porte e, per trascorrere al caldo le serate, e le notti, più fredde, si può indossare un pigiama della nuova collezione donna.

Realizzate in materiali morbidissimi e caldissimi, le linee “notte” dei grandi brand coniugano comfort, fantasia ed anche un pizzico di eleganza (che non guasta neppure in camera da letto).
Jadea, marchio che piace per il suo stile giovane, per la notte propone la collezione “Jadea Home” che vede protagonista il pigiama in caldo cotone felpato “composto da leggings elasticizzato e shirt di tessuto micro-intrecciato”. Particolarità dei pigiami da donna (disponibile in blu o in nero) è la stampa, sulla maglietta, di un grande numero.
Altro pigiama comodo e moderno firmato Jadea è il modello, in caldo cotone “composto da pantalone lungo con elastico e laccio in vita, senza polsini e con un’allegra fantasia a quadri. La shirt è impreziosita da una stampa a forma di cuore con tante dediche d’amore in inglese”.

Infiore, per il prossimo inverno, propone un modello in “viscosa elasticizzata” che regala un elegante un effetto seta. I pantaloni, disponibili in color Ardesia o Blu Ottanio, sono tinta unita, mentre la shirt è “fantasia con pizzo sullo scollo”.
Pantaloni con fantasia a quadri anche per il pigiama in caldo cotone firmato Nottingham. In prugna o in grigio, la shirt, ha una stampa fantasia impreziosita da 3 bottoni.
Per le romantiche che non sanno rinunciare al “pigiamino rosa” il marchio del gruppo “Igam” propone “Inclalor, in morbidissimo cotone interlock, con maglia a fantasia tutta abbottonata, caratterizzata da ricami sul décolleté e 2 taschini sul davanti”.
Comodo e pratico, infine, è anche il pigiama di “Andra Lingerie” in caldo cotone composto da “maxi blusa con tasconi e pantaloni in costina”: è disponibile nei classici “colori da notte”: “Blu, Grigio melange e Prugna”.

Il pigiama è, per eccellenza, l’indumento più comodo che c’è. E, allora, perché non acquistarlo senza muoversi da casa? Comprare su internet è semplice, veloce e sicuro. I negozi online, aperti 24 ore su 24 (e senza commesse troppo invadenti!), hanno un assortimento pressoché infinito ( sempre ricco di “nuovi arrivi”) e possono regalare un’esperienza d’acquisto molto positiva. In pochi minuti, infatti, si può trovare il modello che si desidera al miglior prezzo.
Anche effettuare il pagamento è un gioco da ragazzi. I metodi di pagamento accettati sono numerosi: bonifico bancario, carta di credito, carta prepagata, “Paypal” e, in alcuni casi, anche contrassegno. Chi utilizza “moneta elettronica”, poi non deve preoccuparsi: i principali e-shop hanno “siti certificati” e trattano i “dati sensibili” secondo le attuali norme di legge.
E se il pigiama che arriva non è quello desiderato o, semplicemente, si è sbagliata la taglia? Niente panico. Si può sempre esercitare il diritto di recesso e contattare il servizio clienti per ottenere un cambio o un rimborso.

Scegli online i capi giusti per il tuo bambino

Lo shopping è sempre un momento di grande piacere, anche e soprattutto quando fatto per il proprio bambino. Tuttavia, anche la moda bimbo si è evoluta e non poteva essere diversamente, e quindi anche online è possibile trovare tutto quanto può servire per vestire i più piccoli con capi pratici e alla moda.

Le possibilità di acquisto online non mancano, anzi, le mamme e i genitori che intendono fare shopping online per il loro bambino hanno a disposizione tantissime soluzioni e siti in cui acquistare comodamente da casa l’abbigliamento per i loro figli. Negozi multibrand o shop monomarca se ne trovano a volontà ed è possibile sfogliare i cataloghi e prendere spunto per completare il guardaroba con capi alla moda.

Tuttavia, sono tanti i genitori che preferiscono non acquistare i capi online ai propri bambini per paura che le taglie, poi, non coincidano: è una paura comune a tanti, che può essere facilmente superata grazie alle tabelle comparative che vengono fornite dai produttori e rese disponibili in qualsiasi shop online. Basta poco per prendere le misure giuste e trovare immediatamente i capi di abbigliamento per neonati online, anche perché, in linea di massima, i brand hanno quasi uniformato le misure così da agevolare l’acquisto.

Online è possibile trovare qualsiasi tipo di capo, dall’elegante allo sportivo, dall’abbigliamento per casa a quello per tutti i giorni: prezzi, modelli e modalità di acquisto variano notevolmente cosicché tutti possano trovare quello che meglio di addice alla propria tipologia di acquisto.

Inoltre, tutti i negozio di abbigliamento online per bambini prevedono il diritto di recesso nel caso in cui dovessero sorgere dei problemi: un capo è piccolo o grande, non è come ce lo si aspettava o non piace? E’ possibile restituirlo e ricevere un rimborso pari alla spesa, il tutto senza muoversi da casa.
Tra le mille opzioni d’acquisto per l’abbigliamento dei bambini su internet, molte mamme si affidano sempre più spesso ai grandi siti di e-commerce dove è possibile trovare tutti i brand e le nuove collezione, con la certezza di avere garanzie sicure di acquisto: brand come Il Gufo, Petit Bateau, 3 Pommes o Simonetta si trovano facilmente e a prezzi spesso inferiori rispetto ai negozi.

traghetti

Una vacanza all’insegna del relax

Chi non ha mai sognato di fare una vacanza nel più completo relax in una bellissima isola lontano da tutto? Paxos è uno di quei posti che mettono insieme sogno e realtà. Stiamo parlando di una piccola isola greca situata a poca distanza dalla forse più famosa Corfù e facente parte di quella miriade di isolette e promontori chiamati Cicladi. Posta nel bel mezzo del mar Ionio, Paxos è facilmente raggiungibile dalla città italiana di Brindisi grazie a collegamenti grazie ai traghetti da Brindisi a Paxos.
Le navi, in questo caso, hanno delle partenze programmate una volta alla settimana con partenza dal porto di Brindisi e arrivo al porto di Gaios, la cittadina più grande di Paxos. L’itinerario in questione prevede una durata della navigazione di circa 11 ore; solitamente dalle 19 fino alle 6 del giorno seguente. Questa piccola isoletta, nonostante le dimensioni ridotte (misura solo 10 km di lunghezza per 2 di larghezza), si rivela un vero e proprio gioiello. La leggenda vuole, infatti, che fu Poseidone a creare questa isola staccandola da Corfù per farla diventare la sua dimora con la moglie Amphitrite. La prima cosa che colpisce sono sicuramente le spiagge di ciottoli a perdita d’occhio; baie e insenature lambite da un mare cristallino che poco lascia all’immaginazione. Gli amanti dell’aria salmastra e del sole troveranno il loro habitat ideale. Per chi ama i viaggi in barca è da provare assolutamente il giro dell’isola via mare; un’esperienza magnifica che porterà alla luce scogliere e caverne a picco sul mare come le cosiddette Achai, o ancora faraglioni e monoliti che tagliano il mare cristallino in due come il famoso Ortholithos. Oltre al mare, l’isola di Paxos è composta da piccoli agglomerati di case e da poche piccole cittadine come la già nominata Gaios, con il uso porto turistico è la più grande e quella dove è più facile trovare ristoranti e divertimenti anche notturni. Da non perdere, però, anche la graziosa cittadina di Lakka, altra meta turistica molto apprezzata e dove si potranno gustare degli ottimi piatti a base di pesce nelle piccole taverne affacciate sul mare.

Scegli il corso giusto per fare e-commerce

Sebbene la crisi abbia toccato un po’ tutti i settori, l’e-commerce è rimasto immune alle altalene del mercato, mantenendo forte e costante la sua crescita, fino a diventare, oggi, uno dei maggiori tiranti della nostra economia.

Solo nel 2014, il fatturato medio delle aziende italiane operative su internet, è cresciuto dell’8% arrivando a sfiorare i 24 miliardi di euro. Sicuramente c’è ancora molto da fare e la crescita prevista è in continua evoluzione, soprattutto se confrontiamo i dati del mercato italiano con quelli del resto del mondo.

Con queste premesse, è facile intuire i motivi che spingono molti imprenditori, commercianti, professionisti, ma anche artisti e operatori culturali a orientare la propria attività alla rete.

Numerosissimi i vantaggi del commercio elettronico rispetto a un mercato tradizionale. Anzitutto la visibilità: una buona “vetrina” virtuale, realizzata con un’ottima grafica e impostazioni multilingua, può raggiungere qualsiasi utente nel mondo.

Per non parlare dell’abbattimento dei costi: i prodotti giungono direttamente dalle fabbriche (sono sempre meno le giacenze), a tutto vantaggio delle spese di gestione.

Fin qui sembra tutto molto semplice e vantaggioso, in realtà le cose non sono così facili. Esistono infatti precise norme fiscali cui attenersi, imposizioni IVA, trattati internazionali, gestione della comunicazione e delle strategie di vendita.

Qualunque sia il campo di interesse, dal gioco elettronico, alla moda, al turismo, all’editoria o quant’altro, il miglior consiglio è quello di procedere con competenza e cognizione di causa.
Per ottenerle è sufficiente iscriversi e seguire con attenzione al corso di e-commerce Milano, in grado di offrire un’ottima preparazione in logistica, analisi predittiva, marketplace, internazionalizzazione, ecc.

Tra i migliori, segnaliamo il master part-time promosso dal Sole24ore oppure i corsi o i seminari (a volte gratuiti), gestiti o patrocinati da quasi tutte le camere di commercio.

E’ importante tener presente che la formazione non può limitarsi a un solo corso, ma è necessario un costante aggiornamento perché le regole, sia fiscali che di vendita, variano di anno in anno insieme ai gusti degli utenti e all’implementazione tecnologica.