L’isola di Ischia si trova all’estremità settentrionale del golfo di Napoli, appartiene all’arcipelago delle isole Flegree.

Rappresenta una delle principali mete dei turisti stranieri che arrivano in Italia.

Per raggiungere l’isola di Ischia bisogna prendere un aliscafo o un traghetto, e scegliere tra i tantissimi traghetti da Pozzuoli, da Napoli o da Procida.
Per chi vuole arrivare in auto, Pozzuoli è il porto più facile da raggiungere. Bisogna seguire le indicazioni per la tangenziale e prendere l’uscita Pozzuoli – Via Campana. Seguire poi le indicazioni stradali per il porto che si trova a circa 1 km.
Le compagnie marittime che vi operano sono Caremar e Medmar per i traghetti, Caremar e Alilauro per gli aliscafi.
Il tempo medio di navigazione è 90 minuti con navi traghetto e 70 minuti con aliscafo.
Ischia è famosa per il mare cristallino, i negozi e i locali sul lungomare e le famose località balneari.
Mare, cielo, montagna, terme e benessere, cultura secolare e ottima cucina.
Quest’isola è ricca di spiagge bellissime, come la spiaggia dei Maronti, tre chilometri lungo i quali si affacciano le aperture delle cave, la spiaggia di Citara sotto il monte Epomeo, un lungo litorale dalla sabbia chiara.
Non solo mare, Ischia è anche montagna.
La sua cima più alta, il monte Epomeo (788 mt) è un vulcano inattivo dal 1300 con sentieri percorribili che permettono di raggiungere la vetta e ammirare un panorama spettacolare.
Si possono praticare sport come lo snorkeling o il biotrekking.
E poi ci sono le terme. Ischia è famosa per la presenza di benefiche acque utilizzate per la fangoterapia e le cure inalatorie. Con i suoi numerosi stabilimenti termali e centri benessere, Ischia promette una vacanza all’insegna del relax e del divertimento.
La cucina ischitana è una cucina semplice ma molto gustosa e saporita. È ricca di piatti a base di pesce, ma è famosa per il coniglio all’ischitana, il piatto tipico dell’isola, col cui sugo si condisce la pasta.
Dai vicoli e le botteghe antiche di Ischia Ponte, al Castello Aragonese, il monumento più visitato dell’isola, al “Fungo” di Lacco Ameno, un antico scoglio di tufo che spunta in mezzo al mare, quest’isola è anche cultura e mondanità.