viaggio

Guide online per le tue vacanze

Scegliere la meta delle proprie vacanze non è sempre facile. AL contrario, spesso può rappresentare una vera impresa, specialmente se non si hanno le idee molto chiare sulle proprie esigenze e sul genere di vacanza che si desidera condurre. Una possibilità può essere quella di affidarsi ad un’agenzia di viaggi. Tuttavia, presentarsi senza uno straccio di idea può essere controproducente, in quanto si finirebbe con lo scegliere la meta consigliata da un rappresentante sulla base delle offerte e la disponibilità del momento, senza che questa rispecchi in pieno i nostri gusti e le nostre esigenze. Diventa necessario, pertanto, capire il tipo di vacanza che vogliamo fare e documentarsi il più possibile sui diversi siti e blog che internet mette a disposizione, che forniscono utili informazioni sulle varie località sulla base delle esperienze di chi ha viaggiato in quasi tutto il mondo, per approfondimenti clicca qui. Partire informati è la miglior cosa da fare per evitare spiacevoli sorprese durante il soggiorno e il modo migliore per farlo è affidarsi alle esperienze di chi ha viaggiato molto o, semplicemente, da chi frequenta la località che ci interessa da diverso tempo, conoscendo a fondo tutte le sue peculiarità. Su internet è possibile ottenere le stesse informazioni reperibili sulle guide cartacee a costo zero, godendo della comodità della propria casa.

La prima cosa da fare, quando ci si accinge a decidere la meta delle proprie vacanze, è interrogarsi sul tipo di vacanza che desideriamo fare, se al mare, in montagna o in una città d’arte. Se preferiamo restare fermi nello stesso posto o organizzare un tour che includa più mete, la tipologia di struttura nella quale soggiornare, se è nostro interesse praticare attività sportive e il budget complessivo che abbiamo a disposizione. Sulla base di queste informazioni, sarà più semplice reperire online tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, da quelle sulle strutture a quelle sui punti di interesse imperdibili di ogni località.
Infiniti sono i siti e i blog online incentrati sui viaggi: tenuti da persone che hanno fatto del viaggio il loro obiettivo di vita, sono curati in ogni dettaglio e forniscono preziosi consigli per evitare spiacevoli situazioni nella località prescelta. Affidarsi alle esperienza dei curatori di questi blog, pertanto, risulta più efficace che organizzarsi da soli o affidarsi al rappresentante di un’agenzia che, spesso, non conosce tutte gli aspetti delle località che consiglia.

ritardo-volo (2)

Cosa fare in caso di bagaglio smarrito?

Un anno fa ho vissuto dei momenti davvero spiacevoli perché, appena atterrata a Milano, non riuscivo a trovare il mio bagaglio imbarcato in aereo. La compagnia con la quale volavo aveva smarrito la mia valigia.

Il nastro girava, io lo seguivo con lo sguardo ma niente, nessuna traccia, il mio bagaglio era smarrito.
Tornavo da Parigi, dove ero andata per incontrare un’amica d’infanzia. Il bagaglio era molto pesante pertanto sono stata obbligata a imbarcarlo in stiva. Non l’avessi mai fatto.
Non appena mi sono resa conto dello smarrimento, mi precipito all’ufficio Lost and Found, che si occupa della ricerca e della riconsegna dei bagagli smarriti. Nervosa e confusa riferisco all’impiegato di aver smarrito il bagaglio. Lì mi fanno compilare un modulo PIR (Property Irregularity Report) in cui indico in dettaglio le caratteristiche del bagaglio ovvero la marca, il colore, le dimensioni e il contenuto all’interno della valigia. Il personale dell’ufficio mi rassicura del fatto che nella maggior parte dei casi il bagaglio verrà ritrovato nel giro di 24 ore. Mi dicono di ritornare il giorno dopo per verificare se il bagaglio è arrivato. Io rimango comunque agitata e in preda alla disperazione. Il mio bagaglio, oltre ai vestiti, scarpe, trucchi, lingerie, conteneva anche dei graziosi regali da portare al mio fratellino, ai miei genitori e a due amiche.

Ritorno a casa triste e sconsolata, e resto in attesa dell’indomani. Trascorro una notte insonne.
Mi alzo presto e ritorno a Fiumicino all’ufficio Lost and Found ma purtroppo mi danno una bruttissima notizia: del bagaglio nessuna traccia.
Infuriata vado via e medito sul da farsi. Decido di affidarmi a un’agenzia che tutela i diritti dei viaggiatori. Per fortuna è stata una decisione saggia. L’agenzia mi ha seguito per tutto l’iter burocratico per ottenere il rimborso del bagaglio.
Innanzitutto ho dovuto attendere ventuno giorni dalla data di smarrimento del bagaglio, prima di poter fare la richiesta di rimborso. Ho inviato alla compagnia aerea una raccomandata a/r indicando lo smarrimento e fornendo le prove: gli effetti personali contenuti nel bagaglio, la copia del Pir, del biglietto aereo e lo scontrino della valigia smarrita.
Dopo circa tre mesi mi è arrivato un bonifico di 300 euro. Ero felicissima, non mi sembrava vero. Tutto ciò grazie all’agenzia che mi ha seguito passo dopo passo.

traghetti

Una vacanza all’insegna del relax

Chi non ha mai sognato di fare una vacanza nel più completo relax in una bellissima isola lontano da tutto? Paxos è uno di quei posti che mettono insieme sogno e realtà. Stiamo parlando di una piccola isola greca situata a poca distanza dalla forse più famosa Corfù e facente parte di quella miriade di isolette e promontori chiamati Cicladi. Posta nel bel mezzo del mar Ionio, Paxos è facilmente raggiungibile dalla città italiana di Brindisi grazie a collegamenti grazie ai traghetti da Brindisi a Paxos.
Le navi, in questo caso, hanno delle partenze programmate una volta alla settimana con partenza dal porto di Brindisi e arrivo al porto di Gaios, la cittadina più grande di Paxos. L’itinerario in questione prevede una durata della navigazione di circa 11 ore; solitamente dalle 19 fino alle 6 del giorno seguente. Questa piccola isoletta, nonostante le dimensioni ridotte (misura solo 10 km di lunghezza per 2 di larghezza), si rivela un vero e proprio gioiello. La leggenda vuole, infatti, che fu Poseidone a creare questa isola staccandola da Corfù per farla diventare la sua dimora con la moglie Amphitrite. La prima cosa che colpisce sono sicuramente le spiagge di ciottoli a perdita d’occhio; baie e insenature lambite da un mare cristallino che poco lascia all’immaginazione. Gli amanti dell’aria salmastra e del sole troveranno il loro habitat ideale. Per chi ama i viaggi in barca è da provare assolutamente il giro dell’isola via mare; un’esperienza magnifica che porterà alla luce scogliere e caverne a picco sul mare come le cosiddette Achai, o ancora faraglioni e monoliti che tagliano il mare cristallino in due come il famoso Ortholithos. Oltre al mare, l’isola di Paxos è composta da piccoli agglomerati di case e da poche piccole cittadine come la già nominata Gaios, con il uso porto turistico è la più grande e quella dove è più facile trovare ristoranti e divertimenti anche notturni. Da non perdere, però, anche la graziosa cittadina di Lakka, altra meta turistica molto apprezzata e dove si potranno gustare degli ottimi piatti a base di pesce nelle piccole taverne affacciate sul mare.

Ibiza che passione

Ibiza è ancora una delle destinazioni preferite da chi vuole trascorrere una vacanza in cui non mancano divertimento, relax e cultura.

Quest’isola infatti è un perfetto connubio di spiagge isolate, riviere affollatissime e locali notturni dove i giovani possono divertirsi, ma offre anche tante occasioni per stare a contatto con la natura e fare una vacanza all’insegna della cultura.
Ecco perché, chi non è ancora partito per le vacanze, può approfittare delle offerte last minute per Ibiza e prenotare un viaggio per visitare questa meravigliosa isola.
Come detto, Ibizia è conosciuta soprattutto dai giovani visto il crescente numero di attrazioni turistiche e locali in cui trascorrere serate all’insegna della trasgressione e del divertimento. La musica infatti è il cuore pulsante dell’isola; si balla di giorno in spiaggia a ritmo di musica dance fino alla sera dove la festa continua nelle numerose discoteche sparse su tutto il territorio.

Il divertimento per i visitatori però non si limita solo a questo. Sono molte infatti le strutture che consentono di praticare sport acquatici come immersioni, sci d’acqua e windsurf e che durante la giornata mettono a disposizione un servizio di animazione sia per gli adulti che per i più piccoli.
Inutile dire che le spiagge sono tutte molto caratteristiche e accontentano i gusti di ogni visitatore. Oltre alle numerose spiagge prese d’assalto dai turisti e dai vip, come la riviera di Cala Llenya e la Playa de las Salinas, ci sono anche piccole calette e rive isolate dove trascorrere qualche giornata in totale riservatezza e rilassamento.
Naturalmente anche la parte storica della città merita una visita. Il centro storico, chiamato Dalt Vila è molto particolare in quanto circondato da imponenti mura che delimitano la città alta. I turisti possono passeggiare tra i vicoli del centro in cerca di locali tipici e botteghe artigianali ammirando anche la magnifica Catedral de nuestra Señora de las Nieves, un edificio in stile gotico che domina dall’alto tutto il territorio.
Nella parte storica si possono visitare anche numerosi monumenti e il Museo Archeologico, oppure spostarsi nel caratteristico quartiere antico della Marina, in passato dimora dei pescatori.

L’Albania tra fascino e archeologia

L’Albania è la nuova meta più apprezzata dal turismo italiano, sia per la sua vicinanza territoriale sia per la sua grande ricchezza in campo enogastronomico ed archeologico. Sarà sufficiente prenotare una delle tante proposte che le compagnie di traghetti per l’Albania mettono a disposizione. Principalmente per raggiungere via mare l’Albania si parte dai porti di Trieste, Ancona, Bari e Brindisi con arrivo ai porti di Valona o Durazzo. La compagnia che offre più collegamenti è l’Adria Ferries, seguita dalla Ventouris Ferries. Il servizio offerto dall’Adria per Durazzo prevede tre viaggi a settimana da Ancona (Martedì, Giovedì e Sabato), dodici settimanali da Bari ed uno da Trieste, ovviamente il più lungo con ben 27 ore di navigazione. La Ventouris Ferries organizza invece quindici viaggi settimanali da Bari. Se si vuole organizzare una vacanza in territorio albanese all’insegna della storia e dell’archeologia, sono tre i siti archeologici più importanti: Durazzo, Apollonia e Fenice. La prima fu una colonia greca che cadde in mani illiriche e poi ancora romane: con l’influenza latina la città divenne un centro commerciale molto importante tanto da diventare la capitale dell’Epirus Nova. La sua importanza è ancora oggi testimoniata dai resti di un anfiteatro romano. Dall’età medioevale subì invece molte incursioni e cadde in mani bizantine, ottomane, turche, veneziane, ecc… conservando quindi numerose testimonianze delle varie culture. Apollonia fu invece un importante luogo di incontro tra diverse popolazioni: Greci, Illiri e Romani si insediarono qui favorendo il suo grande sviluppo attraverso l’agricoltura ed il commercio degli schiavi. Di particolare importanza archeologica troviamo qui ad Apollonia una chiesa dedicata a Santa Maria madre di Gesù ed un monastero utilizzato a partire dal 1200 da una piccola comunità cristiana. L’ultimo sito archeologico, Fenice, si trova nell’Albania meridionale e vede sulla collina l’antica acropoli, già nota a fine ‘800 quando alcuni perlustratori italiani rimasero stupefatti dalla maestosità della cinta muraria ancora oggi perfettamente conservata per ampie porzioni. In quest’acropoli sono ben visibili due grosse cisterne romane, un tempio ellenico, un teatro ed una basilica cristiana. Alla base di essa sono invece presenti numerose tombe greche e romane.

Scegli l’appartamento giusto ad Ibiza

Ibiza fa parte dell’arcipelago delle Baleari ed è una delle isole più frequentate del Mediterraneo. Le soluzioni offerte per vivere una vacanza all’insegna del relax e del divertimento sono moltissime, in quanto Ibiza concilia entrambi gli spiriti; ma per essere sicuri di alloggiare vicino al mare, meglio affittare un appartamento o una villa: ce n’è per tutti i gusti e le tasche.

Ibiza città è un luogo romantico eppure trasgressivo, adatto alle coppie che vogliano passare dai tête-à-tête al ristorante, al divertimento sfrenato delle discoteche; questa è anche la zona del centro storico, in cui si possono trovare gli appartamenti più attrezzati e le ville più lussuose: con piscina ed elettrodomestici di ultima generazione. Dopo alcuni minuti di macchina in direzione sud, si arriva a Playa d’en Bossa, la più amata dai giovani perché animata dalle feste dei numerosi bar del litorale; è inoltre ben collegata alla terraferma e alle altre isole, in quanto è facilmente raggiungibile dall’aeroporto e dal porto turistico, per tanto è consigliabile pernottare in appartamenti a Playa d’En Bossa. Alle spalle del molo, si trova invece Talamanca: la spiaggia più lunga di Ibiza è quella maggiormente frequentata dagli appassionati di sport acquatici.
Ma le calette più suggestive rimangono nella parte ovest, nei pressi della seconda città più importante, Sant Antoni; qui ci si può tuffare nel pieno del relax grazie ad acque più pulite e natura selvaggia. Le sistemazioni costano meno che a Ibiza città ma posseggono caratteristiche ugualmente superlative: si tratta di dimore di svariati metri quadri, munite di piscina o ampia terrazza panoramica, spesso poste in posizione strategica a pochi passi dal mare. Nei pressi di Sant Josep de sa Talaia si trova Cala Bassa, la più amata dalle famiglie grazie al suo fondale basso e cristallino, adatto anche ai bambini; l’area offre alloggi privati muniti di più posti letto, disposti tra i ristoranti della costa e una fitta e rinfrescante pineta. Una volta superata Santa Eulària des Riu, si torna a nord-est, dove si apre un’insenatura scoscesa, punto di riferimento per gli amanti della pace e del silenzio: è Cala Llonga, a ridosso del golf club cittadino.

Vacanza a Calvi un mare da favola

Calvi è un’affascinante città della Corsica immersa nel fiabesco paesaggio della Balagne, regione della zona nord-occidentale dell’isola particolarmente nota per la fertilità e la bellezza della sua natura.

Questa zona, chiamata da autoctoni e turisti “Giardino della Corsica” per il suo splendore, richiama sempre più visitatori incuriositi dalla varietà paesaggistica della Balagne, che passa dai piccoli borghi fra i campi e le colline alle celebri spiagge.
Per raggiungere comodamente questa meravigliosa località partendo con traghetti da Savona a Calvi, è possibile usufruire della tratta di collegamento che viene coperta solamente dai traghetti della Corsica Sardinia Ferries. Il traghetto parte una volta a settimana e la traversata ha una durata di circa sei ore e un quarto, che si possono piacevolmente trascorrere osservando la bellezza del tratto di mare che separa Savona dalla Corsica oppure intrattenendosi a bordo. La qualità della ristorazione, la cortesia e la competenza del personale e l’avanguardia dei traghetti renderanno la traversata una parentesi piacevole prima di sbarcare nella colorata Corsica.
La durata della navigazione può subire delle modifiche in base alla stagione interessata, per cui prima di partire è buona cosa controllare sul sito le indicazioni aggiornate.
Una volta giunti a Calvi, che si trova in una baia schermata dalle catene montuose, si può immediatamente scorgere da lontano il porto e la sua torre.
Il maggiore monumento di Calvi è la sua piccola cittadella medievale, edificata intorno al XVI secolo. Purtroppo non è possibile entrare nel maniero cittadino, ma lo si può fotografare oppure si può scegliere di perdersi nel dedalo delle vie che si intrecciano nel centro storico del paesino.
Un altro monumento da non perdere è la Cattedrale di St. Jean Baptiste che contiene dei reperti di valore storico-artistico incommensurabile.
Gli appassionati di natura potranno visitare le belle piscine naturali della Vallée du Fango o i percorsi del “Cirque de Bonifato”, mentre gli amanti del mare troveranno un luogo ideale dove fermarsi sulla spiaggia di Calvi, con la sua costa rocciosa e i suoi angoli sabbiosi, incastonata nel panorama della baia. Nella Balagne vi sono circa ventidue spiagge tutte da scoprire e da godere nella loro bellezza incontaminata.

castle Aragonese of Ischia,Italy

Ischia l’isola del romanticismo

L’isola di Ischia si trova all’estremità settentrionale del golfo di Napoli, appartiene all’arcipelago delle isole Flegree.

Rappresenta una delle principali mete dei turisti stranieri che arrivano in Italia.

Per raggiungere l’isola di Ischia bisogna prendere un aliscafo o un traghetto, e scegliere tra i tantissimi traghetti da Pozzuoli, da Napoli o da Procida.
Per chi vuole arrivare in auto, Pozzuoli è il porto più facile da raggiungere. Bisogna seguire le indicazioni per la tangenziale e prendere l’uscita Pozzuoli – Via Campana. Seguire poi le indicazioni stradali per il porto che si trova a circa 1 km.
Le compagnie marittime che vi operano sono Caremar e Medmar per i traghetti, Caremar e Alilauro per gli aliscafi.
Il tempo medio di navigazione è 90 minuti con navi traghetto e 70 minuti con aliscafo.
Ischia è famosa per il mare cristallino, i negozi e i locali sul lungomare e le famose località balneari.
Mare, cielo, montagna, terme e benessere, cultura secolare e ottima cucina.
Quest’isola è ricca di spiagge bellissime, come la spiaggia dei Maronti, tre chilometri lungo i quali si affacciano le aperture delle cave, la spiaggia di Citara sotto il monte Epomeo, un lungo litorale dalla sabbia chiara.
Non solo mare, Ischia è anche montagna.
La sua cima più alta, il monte Epomeo (788 mt) è un vulcano inattivo dal 1300 con sentieri percorribili che permettono di raggiungere la vetta e ammirare un panorama spettacolare.
Si possono praticare sport come lo snorkeling o il biotrekking.
E poi ci sono le terme. Ischia è famosa per la presenza di benefiche acque utilizzate per la fangoterapia e le cure inalatorie. Con i suoi numerosi stabilimenti termali e centri benessere, Ischia promette una vacanza all’insegna del relax e del divertimento.
La cucina ischitana è una cucina semplice ma molto gustosa e saporita. È ricca di piatti a base di pesce, ma è famosa per il coniglio all’ischitana, il piatto tipico dell’isola, col cui sugo si condisce la pasta.
Dai vicoli e le botteghe antiche di Ischia Ponte, al Castello Aragonese, il monumento più visitato dell’isola, al “Fungo” di Lacco Ameno, un antico scoglio di tufo che spunta in mezzo al mare, quest’isola è anche cultura e mondanità.