Mobile phone

Ultime novità della telefonia ultra tecnologica

Alla ricerca di uno smartphone dalla prestazioni eccezionali ma dal prezzo contenuto, ho passato in rassegna le schede tecniche di innumerevoli dispositivi, sia fra quelli proposti dai marchi più noti, sia fra gli smartphone di aziende minori.

I telefoni caratterizzati dal miglior rapporto qualità-prezzo sono sicuramente quelli delle case cinesi, e la mia scelta è infine ricaduta proprio su uno di questi, per la precisione sullo Xiaomi Mi4, che si è infine rivelato addirittura al di sopra delle aspettative.
Devo ammettere che inizialmente ero un po’ restio a prendere in considerazione gli smartphone cinesi: se ne sente spesso parlare come di prodotti di ripiego o peggio, come delle brutte copie dei dispositivi più popolari.

In realtà tale accusa altro non è che una grossolana generalizzazione, e ad alimentarla sono più i luoghi comuni che non le reali esperienze: vero, dalla Cina arrivano anche cloni e smartphone del tutto inaffidabili, ma ciò non ha nulla a che vedere, ovviamente, coi terminali proposti dalle aziende più note, come appunto Xiaomi, Meizu, o Huawei, Umi zero tanto che proprio quest’ultima produce Top Gamma unanimemente considerati tra gli smartphone più efficienti in assoluto (benché non esattamente ‘low-cost’).
Lo smartphone Xiaomi Mi4, che io ho acquistato online, presenta un hardware di tutto rispetto: il processore è probabilmente il migliore presente sul mercato, lo Snapdragon 801 (quad-core da 2,5Ghz) che abbinato a 3GB di memoria RAM garantisce un’ottima fluidità anche eseguendo le applicazioni più pesanti.
Il display FullHD, con diagonale da 5”, è davvero eccezionale sia per quanto riguarda la riproduzione dei colori che l’angolo di visione, rendendo questo dispositivo particolarmente adatto alla fruizione di contenuti multimediali.
Posso ritenermi soddisfatto anche della fotocamera, che ha un sensore da 13MP ed è in grado di registrare video in formato 4K, e la batteria da 3080Mah consente di arrivare fino a sera senza grossi problemi.
Nel complesso lo Xiaomi Mi4 si presenta compatto e dal design piacevole, ma il suo aspetto più interessante è sicuramente il prezzo al quale è proposto: modelli di marche più gettonate che presentano le stesse caratteristiche (o addirittura componenti hardware identici) vengono infatti venduti a cifre ben più alte, senza offrire realmente nulla di più.

Le ultime tendenze nel campo della telefonia

Meizu, la popolare azienda cinese produttrice di smartphone e tablet, rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il mondo della tecnologia. Stavolta il portabandiera della gamma di smartphone è il nuovissimo MX5, un concentrato di potenza sia in termini hardware che software. Ma quali le caratteristiche e quali i motivi per cui eleggere l’MX5 uno dei più interessanti e potenti smartphone disponibili sul mercato? Scopriamoli insieme…
Il Meizu MX5 si fa fregio di un’architettura hardware dagli alti valori produttivi già a partire dal modulo di connettività 4G LTE e dall’architettura MediaTek MT6795, che monta una CPU ARM Cortex-A53 Octa-Core a 64bit. Ma non solo: la RAM di ben 3GB è una delle più grandi che è possibile trovare in uno smartphone di questo tipo e, allo stesso modo, i diversi modelli con memoria da 16GB, 32GB e 64GB offrono uno spazio di archiviazione davvero molto ampio. Tutto ciò rende il Meizu MX5 un terminale talmente prodigioso da permettere anche agli utenti più esigenti di utilizzare un numero praticamente sterminato di app, fra cui ovviamente anche i giochi, mai come in questo caso fluidi e godibili. E per gli appassionati di selfie e scatti fotografici c’è anche una dettagliatissima fotocamera, ma non una delle più comuni. L’obiettivo posteriore del Meizu MX5 è infatti di ben 20.7 megapixel ed assicura una qualità degli scatti equiparabile a quella di vere e proprie macchine fotografiche; sotto questo e molti altri aspetti, avrete di che meravigliarvi anche con la fotocamera anteriore di 5 megapixel, l’ideale per autoscatti sempre di alta qualità. Come se non bastasse, la parte software è gestita da un avanzato Flyme 4.5, sistema operativo su base Android Lollipop 5.0.1 dalle mille funzionalità. Non siete ancora soddisfatti? Allora lasciatevi sedurre da un display AMOLED di 5,5 pollici con risoluzione Full HD 1920×1080 pixel… Non crederete ai vostri occhi.
Tutta la potenza hardware e software del rivoluzionario Meizu MX5 è racchiusa in una scocca dai lineamenti discreti e dai colori grigio e grigio/bianco di gran classe. Sotto l’aspetto puramente tecnico, il dispositivo è insomma uno dei migliori per costruzione, solidità e livello prestazionale. D’altronde da un produttore cinese dei livelli di Meizu non potevamo aspettarci altro, soprattutto perché ad un prezzo medio di 379 euro per la versione 16GB e 438 euro per quella da 32GB è veramente difficile trovare di meglio.